Bizzarro Sfork

Professor Rantolo

Cartaigienicaweb

One Shot Comix

I Pirati della Magnesia

I Pirati della Magnesia

PRESENTAZIONE

Le storie umoristiche dei Pirati della Magnesia raccontano l'avventura con la A maiuscola, quella che ogni bambino sogna quando impugna un pezzo di legno e immagina di essere un pirata, di avere una nave, un equipaggio e solcare i mari in cerca di preziosi tesori.

I Pirati della Magnesia sono un gruppo variegato di filibustieri segnati dalla profonda crisi economica dei nostri giorni, che li porta a navigare i mari con una zattera e a non poter usare le armi, perchè non hanno più soldi per comprare i proiettili.

Il loro capitano è Sambukan il cui nome deriva dall'immancabile bottiglia di Sambuca che stringe sempre tra le mani insieme alla spada e che lo aiuta a dimenticare i suoi colpi non riusciti. Accanto a lui il fido braccio destro CiccioYanez, vera mente geniale del gruppo che è ingrassato dopo aver smesso di fumare mangiando continuamente sigarette di cioccolata. Insieme al resto del gruppo,TremaMai, Kuannomuori e Mariannakan, l'eterna fidanzata di Sambukan, continuano a sognare il grande colpo, quello che li sistemerà per tutta la vita e che probabilmente non arriverà mai.

Le loro umane disavventure e i (vani) tentativi di rapina ci regalano momenti di risate e buonumore, tant'è che alla fine anche i lettori faranno il tifo per dei pirati che "fanno cagare", della magnesia, appunto.

Buon divertimento.

 

 

I Pirati della Magnesia #04 - "Sambukan racconta"

Il passato non muore mai...
Sambukan, incalzato dai suoi pirati che hanno ritrovato un vecchio numero di Predoni Tivù, rievoca un episodio del passato rimasto sconosciuto al resto del gruppo, ovvero quando Ada, la figlia del Re della Pagota d’oriente (vedi episodio #2) andò in uno show televisivo per riconquistare la tigre della Magnesia. Ma le cose non andarono come lei avrebbe voluto… “Sambukan racconta” è una storia particolare dove il protagonista non è il capo dei pirati, ma un personaggio secondario che fino ad ora era rimasto nell’ombra. E’ anche un racconto che, oltre a divertire come sempre il lettore, lascia in bocca un retrogusto amaro, come amara è spesso la vita.

(Clicca sulla copertina per scaricare il fumetto in formato PDF per Acrobat Reader)

I Pirati della Magnesia #03 - La maledizione dei Thungs

Sembrava un giorno come tanti sull’isola del Borneo di Magnakan il covo segreto dei Pirati della Magnesia al largo di Sarawak.

Sambukan la mente criminale del gruppo, si godeva il meritato relax prima di affrontare un nuovo diabolico colpo, quando il malvaglio Pippo Laido si imbattè casualmente nella loro isola. L’assistente del miliardario notò subito che l’isola non era segnata sulle mappe e quindi era sconosciuta al mondo civile.

Certo di scovare preziosi tesori, Laido decide di sbarcare sull’isola incurante del pericolo, lasciando la moglie Kationa ex cantante di “Amici della Magnesia”, da sola sul loro yatch. Riusciranno i nostri eroi a respingere l’attacco del miliardario, prima che sia troppo tardi?

(Clicca sulla copertina per scaricare il fumetto in formato PDF per Acrobat Reader)

I Pirati della Magnesia #02 - Il tesoro del Re

Tutto cominciò il giorno in cui Sambukan, il capo dei Pirati della Magnesia, avvertì la sua banda che gli inglesi, capitanati da Lord James Brooke, stavano trasportando il tesoro del Re e poteva essere la giusta occasione per i pirati per combinare qualcosa di buono.
Molti di loro infatti (per non dire tutti) si lamentavano del fatto che da mesi ormai non mettevano a segno un buon colpo e le loro finanze erano così malridotte da non poter comprare neppure le munizioni per le loro pistole. Anche Marianna Kan, la moglie di Sambukan, era delusa da una vita che aveva immaginato diversa, tra lusso e gioielli e pensò che stavolta era la volta buona per riscattarsi da una vita di miseria e privazioni.
Ma sarà davvero così?

(Clicca sulla copertina per scaricare il fumetto in formato PDF per Acrobat Reader)

 I Pirati della Magnesia#1 - Magnesopoli


Sono un pirata ed un signore...
Quando si parla di pirati vengono in mente gli infiniti spazi aperti, i covi nascosti, il maelstrom, le imponenti battaglie navali. E dunque questo che troverete nella serie a fumetti ideata da Filippo Pieri “I pirati della Magnesia?”. La risposta è no.
Dimenticatevi i pirati di Salgariana memoria, gli eroi protagonisti di questa serie a fumetti sono un gruppo di scombinati pirati che già dal nome rivelano di non essere propriamente vincenti (la magnesia in fatti è una famosa purga e loro, metaforicamente parlando, fanno cagare nella realizzazione dei loro colpi). Il loro capo è Sambukan, il cui nome deriva da un famoso liquore che usa abitualmente per dimenticare i loro insuccessi. La sua bella compagna Marianna Kan, è perennemente scontenta in quanto immaginava di vivere tutt’altra vita fatta di lusso e gioielli, cosicchè la vera mente del gruppo si rivela essere il braccio destro di Sambukan, CiccioYanez un ex fumatore che sta cercando di smettere usando sigarette di cioccolato in quantità industriali che gli creano problemi con la linea.
Spesso il loro mondo è solo un pretesto, usato per fare una presa in giro in maniera umoristica e divertente della società e del costume di oggi. La connotazione grottesca e caricaturale dei personaggi è quindi fortemente voluta per mettere in risalto le vicende quasi paradossali che i nostri eroi devono affrontare e spesso subire.

(clicca sulla copertina per leggere il fumetto)

Joomla 3.0 Templates - by Joomlage.com

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per avere maggiori informazioni, leggi la nostra privacy policy.

  Chiudi e accetta.
EU Cookie Directive Module Information